Recensiamo

Libreriamo

“Appunti di un venditore di donne” di Faletti, un libro “denso” da leggere

"Appunti di un venditore di donne" di Faletti, un libro "denso" da leggere

Avevo in casa “Appunti di un venditore di donne” da anni e nonostante me ne avessero parlato come di un bel libro non mi ero mai decisa a leggerlo, forse per via della copertina non so, comunque alla fine sono riuscita nell’intento e non nascondo che ho faticato ad entrare nella chiave di lettura giusta. A tratti mi è parso un libro con sequenze di concidenze un pò tirate, ma nell’insieme lo giudico una buona lettura.

L’ intreccio narrativo studiato da Faletti regge bene e non lascia il lettore senza una spiegazione.
Tutto viene motivato, tutto ha un senso …”Il caos e il caso”. Entrambi nella loro complessità vengono spiegati e tutto si dipana ma, giustamente, solo alla fine.

L’ambientazione non è affatto banale. Siamo a Milano alla fine degli anni 70, anni di un’ Italia in mano alla lotta armata, gli anni del rapimento Moro.
In questo contesto non semplice si snoda la storia di Francesco Marcona detto “Bravo” un eunuco che, privato per uno “sgarro” della sua virilità, conduce la sua esistenza nella parte piu’ torbida della città quella fatta di bische notturne, prostituite di alto bordo, viziosi e balordi senza scrupoli.
In quella che sembra la faccia più bieca della società milanese Bravo porta avanti lascivamente il suo mestiere di “venditore di donne” fino all’incontro con Carla, una donna che con una sola frase gli riaccende quel desiderio che pensava sepolto da tempo.
Contemporaneamente Bravo da “carnefice” si troverà a vestire i panni della vittima, risucchiato nel vortice di un sistema corrotto pronto ad uccidere chiunque.

“Un tratto di nulla sospeso tra il bene e il male”… così viene definita la gente come Bravo, ma nonostante tutto non si puo’ fare a meno di affezionarsi a lui, non si gli si può negare l’umanità del riscatto. Perchè in fondo quel soprannome che sembra una beffa non è poi così fuori contesto anzi.

Un libro “denso” se posso usare questo termine che, nonostante le mie difficoltà di approccio, mi sento di consigliare.
Il mio voto quattro stelle su cinque.

Paola Rossi

© Riproduzione Riservata
Tags
Commenti
Mostra più commenti

Libreriamo

Uno spazio dedicato esclusivamente agli appassionati di libri, arte e cultura, in cui vengono raccolte le loro opinioni ed i loro pareri legati ai libri in uscita ed alle principali mostre d’arte, sempre più parte attiva all’interno della community di Libreriamo.

Puoi partecipare anche tu con la tua recensione. Clicca qui per partecipare attivamente con le tue recensioni di mostre d’arte e di libri.

Utenti online